Danza. I migliori del 2015

Gennaio come da tradizione porta  i vincitori del Premio Danza & Danza, assegnato dai giornalisti dell’omonima rivista di settore, quest’anno al giro di boa dei trent’anni di vita. Come sempre lo sguardo si appunta su chi e cosa succede in Italia, ma anche sui  talenti italiani che si fanno onore all’estero e celebra, come si deve, i Maestri dell’arte.

Sono stati ufficializzati i Premi Danza & Danza dell’omonima rivista specializzata, che a gennaio, nel trentennale della sua fondazione, arriva nelle edicole con un totale restyling: come sempre i riconoscimenti sono assegnati agli artisti e agli spettacoli che si sono distinti nel corso dell’anno passato dai giornalisti dello staff redazionale, presieduti dal direttore Maria Luisa Buzzi.

Il premio, giunto alla sua ventinovesima edizione, mantiene ancora oggi l’intento di segnalare all’attenzione dei lettori e degli appassionati dello spettacolo dal vivo non solo le produzioni più rilevanti o le più interessanti personalità artistiche apparse sulle scene italiane nell’anno appena passato e i talenti italiani emergenti, scoperti tra danzatori e coreografi di ogni stile e linguaggio.

Una sezione speciale, voluta proprio per affermare un fenomeno estremamente significativo è dedicata anche ai talenti italiani all’estero; da segnalare inoltre il premio Mario Pasi, dedicato al  critico del Corriere della Sera, che insieme al fondatore della rivista Mario Bedendo è stato anima del Premio per molti anni: in suo nome è assegnato ogni anno un riconoscimento a chi svolge attività culturale nel nome della danza in Italia.

Da notare che per l’anno appena trascorso non è stato assegnato alcun riconoscimento alla produzione contemporanea dell’anno, giacché gli spettacoli più rilevanti erano già apparsi negli anni precedenti sulle scene italiane; doverosamente segnalati però BIT di Maguy Marin, KISS AND CRY di Michele Anne de Mey e Jacco Van Donmael, FASE di Anne Teresa de Keersmaeker e HENRI MICHAUX MOUVEMENTS di Marie Chiuinard.

Questo il palmares per l’anno  2015:

Spettacolo classico a La Bella Addormentata di Aleksei Ratmansky da Marius Petipa Teatro alla Scala, Milano

Interpreti: Alina Somova/ Marijinsky Ballet, al Teatro alla Scala di Milano, Sergei Polunin/ Stanislavskij Ballet al Teatro alla Scala e al San Carlo di Napoli; Jonathan Ollivier/New Adventures (in memoriam), al Ravenna Festival

Coreografo: Dimitris Papaioannu

Produzione Italiana (ex aequo) La Nona, coreografia Roberto Zappalà/Zappalà Danza; Romeo e Giulietta coreografia Davide Bombana, Balletto di Toscana Junior

Interpreti Emergenti: Rebecca Bianchi/Opera di Roma; Jacopo Tissi /Teatro alla Scala; Annamaria Ajmone

Interprete/Coreografo emergente Francesca Pennini/Collettivo Cinetico

Danzatori italiani all’estero: Alice Mariani/Dresden SemperOpernBallett; Valeria Galluccio/Companie Marie Chouinard

Premio Mario Pasi: NEXO DIGITAL/QMI

Premio Speciale alla Carriera: Paul Taylor

La foto di apertura ritrae Paul Taylor in prova con la danzatrice Amy Young

 

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

Scrivi qui il tuo commento!