Recensioni, news, approfondimenti di teatro

Ritratto di donna araba che guarda il mare

L’ambiguità permea la pièce di Davide Carnevali sull’incapacità di comunicare realmente fra popoli diversi. La raffinata regia di Claudio Autelli contribuisce alla riuscita di questo inquietante teorema esistenziale, che si trasforma in un pungente monito a guardarsi da generalizzazioni e luoghi comuni – Renato Palazzi Per saperne di più

Telefonino di guerra

Al festival delle Colline Torinesi il regista libanese Rabih Mroué racconta la guerra civile siriana attraverso immagini raccolte dai cellulari. Prosegue a Napoli con l’iconoclasta artista catalana Angelica Liddell il Teatro Festival. Nel Padovano, fra cascine, barchesse e scuderie, al via la nona edizione di “Scene di paglia”, Marco Paolini fra gli ospiti. La prima nazionale del “Vangelo secondo Judah” di Stefano Massini apre il Pistoria Teatro Festival. “Sogno di una notte di mezza estate”, regia di Walter Le Moli, inaugura a Parma il nuovo spazio all’aperto Arena Shakespeare – Renato Palazzi Per saperne di più

Appuntamenti al buio

IT Festival a Milano propone un’affascinante stratificazione di proposte spettacolari che mescola gruppi esordienti e già collaudati senza alcuna forma di selezione. Sempre a Milano ha inizio la rassegna estiva “Da vicino nessuno è normale”, giunta alla 22esima edizione. Al debutto, con la regia di Claudio Autelli, ” Ritratto di donna araba che guarda il mare” di Davide Carnevali, vincitore del Premio Riccione. Proseguono con il loro ricco programma i festival di Napoli e delle Colline Torinesi – Renato Palazzi Per saperne di più

Festival e ancora festival

A Torino e dintorni c’è il Festival delle Colline Torinesi con Marcido Marcidorjs e Famosa mimosa e Deflorian-Tagliarini. A Napoli il Teatro Festival diretto da Ruggero Cappuccio comincia con un concerto di Franco Battiato. Trasferito da Lucca ad Ascoli Piceno, Teatri del Sacro con Maurizio Donadoni, Bucci-Sgrosso, Abbondanza-Bertoni. A Bologna, il Teatro dell’Argine porta a compimento con “Futuri maestri” il progetto di lavoro comune tra attori professionisti e bambini-adolescenti. A Milano, “Fuorigioco” di Lisa Nur Sultan, regia di Emiliano Masala – Renato Palazzi Per saperne di più

Per Thomas Ostermeier Riccardo III è uno di noi

Dopo tanti illustri interpreti e registi, il quarantanovenne direttore della Schaubühne di Berlino ha portato a Milano la sua versione della tragedia scespiriana, affidata a Lars Eidinger. Tionfale esito di pubblico: la violenza è contemporanea anzi addirittura iperrealistica, ma l’impianto dello spettacolo è un’evidente, azzeccata elaborazione della scena elisabettiana – Maria Grazia Gregori Per saperne di più

Comincia un’altra Primavera

Scena Verticale inaugura in settimana a Castrovillari la diciottesima edizione del festival “Primavera dei Teatri” che, di fatto, apre la stagione estiva. Il recital di Ute Lemper conclude a Milano la breve rassegna di teatro internazionale per i 70 anni del Piccolo. Ideato dal collettivo Amigdala, il festival “Periferico” di Modena valorizza spazi poco o nulla frequentati della città. Abbondanza/Bertoni, Muta Imago, Leonardo Delogu fra gli ospiti – Renato Palazzi Per saperne di più

Angeli dello sterminio

È certo apprezzabile la scelta di Renzo Martinelli e Francesca Garolla, rispettivamente regista e drammaturga del Teatro i di Milano, di mettere mano a un testo poco noto di Testori ma l’operazione di scomporre e ricomporre i già frammentari materiali di un testo difficilissimo da portare in scena approda a risultati oscuri, di difficile comprensione – Renato Palazzi Per saperne di più

Albe d’Inferno

Comincia a Ravenna l’impegnativo ciclo di rappresentazioni delle tre cantiche della “Divina Commedia” allestito dal Teatro delle Albe. Giunge a Milano il “Macbetto” in lingua sarda di Alessandro Serra ed “Esodo” di Valentino Mannias. Sempre a Milano, per i 70 anni del Piccolo, il “Riccardo III” di Shakespeare diretto da Thomas Ostermeier. A Torino va in scena l’omaggio a Umberto Eco con “Il nome della rosa” adattato da Stefano Massini e diretto da Leo Muscato. A Roma, Sergio Pierattini, con l’asciutta regia di Peppino Mazzotta, ripropone “Ombretta Calco” con la brava Milvia Marigliano – Renato Palazzi Per saperne di più

C’è modo e modo di perder tempo

“Timeloss”, l’imperdibile pièce dell’iraniano Amir Reza Koohestani, è a Milano assieme allo straordinario “Riding on a cloud” del libanese Rabih Mrouè. A Firenze, per Fabbrica Europa, “Heretica” dell’emergente compagnia Leviedelfool, progetto del regista, attore e drammaturgo Simone Perinelli. Ancora a Milano, “L’imperatore della sconfitta” di Jan Fabre, regia di Elena Arvigo. Infine a Modena “Delitto e castigo” nella provocatoria messinscena del regista russo Konstantin Bogomolov – Renato Palazzi Per saperne di più

The juniper tree

Se ancora pensate che le fiabe siano un innocuo intrattenimento infantile, andate a vedere questo delizioso spettacolo che Elena Russo Arman ha ricavato da una truce storia dei fratelli Grimm. Una scrittura apparentemente semplice ma ricca di suggestioni e scandita da una musicalità ossessiva intrecciata con costanti richiami all’oggi è pervasa da un’aguzza tensione visionaria che sembra animare di per sé una realtà scenica sospesa tra figure in carne e ossa e presenze variamente fantasmatiche – Renato Palazzi Per saperne di più